Archive for the ‘Poesie’ Category

la bellezza

4 ottobre 2018

oh sacerdote di Odìno.
è bellezza ciò che desidero,
ciò che è grande ed effimero
alto grande secolare pino.

bellezza in due occhi d’amore
che stupiscono di me il tutto
mentre cala un velo di lutto
nel pugno serrato d’ardore. (more…)

Annunci

Arido piombo

1 ottobre 2018

Polvere, rotolano i grani,
su pulsazioni fatte incerte
e lontane dal domani.

Respiro, occluso inerte,
acqua che corrode le mani
e gli occhi con ferite inferte.

Cammino, polvere, respiro
svengo, tremo, stringo la Runa
che adoro, che sempre ammiro.

Domani morrò ancora con la luna.


S. Èffrena, 1 ottobre 2018

teke-lili!

10 gennaio 2018

l’inverno, agognavo, pel bianco ghiaccio,
neve perfetta d’impalpabile trafittura
su i colli o dentro a un basso crepaccio
a cui barattare la pelle futura,

ma, niente. Elios, anco s’Io ti minaccio,
col carro infame porti su la tua sventura.
e ancor vittima di quell’abbraccio,
mi perdo in oceani caldi di lordura.

intanto, strani antartidi scuri
vagano con piroghe scavate nel tempo,
gli sguardi ottusi e i musi duri

mormorando TEKE-LILI! al vento:
preghiera o bestemmia a Dei futuri
fatti di bianco, neve e stento.

___________________________________________

S. Èffrena, 10.01.2018

 

blutfahne o la torre più grande

20 aprile 2017
Berlin-Neue-Reichskanzlei-Modell

nuova cancelleria

la torre più grande, imponente,
su assoluti grovigli d’acciai,
perpetui su lato nord-oriente (more…)

waffen – armi o Runa Siegel

22 luglio 2016

hqdefault

le rune noi portiamo sul colletto:
ne l’uniforme polverosa il nostro sogno
si fa dedizione, gran diletto.

se muore un Nostro ne l’arena,
carabina sarà la sua lapide d’acciaio,
epitaffio il nostro pianto,
per una vita nel Walhalla serena.

quante volte, ne la catastrofe disperati
ci votammo alle potenze Nibelunghe?
eppur viviamo, feriti, laceri, esaltati:

e la notte siam sempre a ridere al bivacco
di cose grandi e pure futili, poiché chi ci guida
l’occhio lungo pone bastioni al contrattacco.

e da morti saremo i più felici:
abbiamo Runa Siegel sui colletti!
altro non importa in questa vita,
poiché ciò ci ha destati perfetti
e fé la nostra anima accanita.

misera cosa gli uomini, noi siamo eterni.

_____________________________

S. Èffrena, 22 luglio 2016