Archive for dicembre 2015

Baudelaire e la ambiguità intellettualoide

31 dicembre 2015

Basta un’esca come il nome di Baudelaire per farmi cadere nella solita trappola di quotidiani come La Repubblica e compagnia cantante. Beh, forse trappola è una parola grossa; in fondo prima di leggere avevo già focalizzato e la testata giornalistica e l’autore dell’articolo in questione, Sebastiano Triulzi il quale, cito dal Corriere dello Spettacolo:

giornalista, scrittore, uomo di cultura che cerca sempre di raccontare la realtà con una prospettiva letteraria, cosa che lo rende unico nel suo stile. Da molti definito il capostipite della “letteratura giornalistica” contemporanea, è amato e seguito dai giovani per il suo linguaggio. Quando s’incontra un uomo di cultura, come lui, si fa quasi sempre un viaggio di sola andata, in nuovi paradigmi, in nuovi mondi e negli angoli più remoti di ognuno di noi.

La «prospettiva letteraria» agitata dall’autore dell’intervista sopra citata è presto servita nella replica alla prima domanda posta dall’intervistatore:

Francamente non penso di essere nella posizione di poter dare consigli né mi sento un esempio per qualcuno. Nei miei due mondi lavorativi – il giornalismo e l’università – la precarietà è una costante. […]

Triulzi è un fiume in piena e lascio all’intrepido lettore l’ardire di scorrere tutta l’intervista per meglio comprendere le note che andrò a scrivere. (more…)

Annunci