Alla tormenta

Spalancai la finestra d’impulso,
Offrendo al vento funereo ‘l petto
Gonfio di passione e al desio avulso
 
Attendendo col cuore lento e stretto
Gli stili fatti di amore e di cristallo,
Trafiggermi le carni: i’ un urlo saetto.
 
Son stili di una sostanza, metallo,
Oro, argento, luminescente alluminio!
I’ li ammiro provenir da quel vallo
 
Con un moto che sa tanto d’abominio
E che fa di me sorriso sbilenco
Con occhi di sogno contornati di sterminio.
 
E poi, un putrescente giovenco,
Oh no! Una megattera immonda
Completa dell’orrore un vano elenco,
 
Di cui manifesto la corruzione feconda
Immota devastazione futuribile
Fatta di scherno e arsura gioconda.
________________________
S. Èffrena, 8 settembre 2014
Annunci

Tag:

2 Risposte to “Alla tormenta”

  1. tramedipensieri Says:

    Ciao
    ogni tanto ci si vede.. :)

    .marta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...