Promontorio

Là, dove il mare e la terra
S’amano d’un amore disperato,
Una forza invincibile tutto serra
 
Mentre un sole, lo sguardo abbacinato
Incanta, in un caleidoscopio immane,
Sguardi di furore sperticato.
 
Non son queste storie vane,
Il mio braccio è fatto d’acciaio,
Le mie carni evocano gravi peane,
 
Purificatrici del grande verminaio
Ch’io ascolto immerso in un sogno,
Ch’io vedo in questo grande brumaio.
_________________
S. Èffrena, 14 gennaio 2014
Annunci

4 Risposte to “Promontorio”

  1. tramedipensieri Says:

    Un gran rientro sul blog!
    Questa poesia e stupenda…

    “Là, dove il mare e la terra
    S’amano d’un amore disperato,
    Una forza invincibile tutto serra”

    Bentornato e buon anno!
    auguri

    .marta

  2. Andrea Magliano Says:

    Ben tornato Stelio! :) Non posso che unirmi a .marta nei complimenti, perché l’intero testo è dotato di una sua bellezza profonda, ma la prima terzina è la mia preferita! Un saluto di cuore :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...