La Runa tramonta, a H. W.

I
 
Poiché l’assassino
Gli sparò su ‘l volto
Delicato di bambino,
Egli lasciò al mondo,
Con passo calmo, sicuro,
Un inno d’eternità immortale.
 
II
 
Per la lotta siam tutti pronti,
Per l’ultima volta sarà fatto l’appello.
Al sole tutte le nostre fronti:
Siam il capolavoro che si cela nel pennello!
 
Le strade libere, per le nostre squadre!
Già milioni guardano
Poiché la schiavitù durerà ancor poco.
 
Presto le bandiere
Per le strade garriranno
Come petti enormi, come fiere.
 
Ma i ranghi ben serrati!
Forza, ancora ne lo spasmo,
Dagli Dèi sarem temprati,
Alte torri d’entusiasmo.
______________________
 
S. Èffrena, 18 luglio 2013
Annunci

Tag: ,

4 Risposte to “La Runa tramonta, a H. W.”

  1. Andrea Magliano Says:

    Mi avevi scritto nel precedente commento che c’era ancora qualcosa che potevi sfornare, ma non pensavo così presto eheh bello il testo, ma il mio gusto stavolta mi fa tendere alla tua precedente composizione. Comunque, sempre in gamba ;)

    • stelioeffrena Says:

      Eh, ok :) Questa ultima è un ibrido tra i versi di una canzone e alcuni versi che ho voluto inserire io. E’ un omaggio molto personale che esula dalla mia solita condotta. Domani leggerò bene il tuo ultimo pezzo ;) Ti farò sapere che ne penso. Ciao!

  2. annam11 Says:

    Durerà ancora poco? Speriamo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...