Al 14 aprile

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
 
Sommesso e mio malgrado
Feci un sogno buio, disperato,
Dove l’animo, tutto un degrado,
Stava prono, stava prostràto.
 
Eppur non era un vil digrado:
Stavo flesso, un poco obliàto,
Non apparivo esser un plantigrado
E non mi sentivo, no! Umiliato.
 
No. Io invocavo la verità,
Quella che viene sfinita
Da ‘l rancore che si fa deità.
 
I’ volea che fosse acuita
La discolpa a tante falsità:
Parole d’odio furon solo malavita.
__________________________
S. Èffrena, 14 aprile 2013
Annunci

7 Risposte to “Al 14 aprile”

  1. tramedipensieri Says:

    Mi piace.

    buona giornata
    .marta

  2. tramedipensieri Says:

    Ho sentito un pò di difficoltà mentre la leggevo…il ritmo arrancava…frenava un pò.
    Ciò non toglie nulla al significato…

  3. Andrea Magliano Says:

    Invece io faccio il diverso e ammetto che a me il ritmo piaceva ( ;) ), forse giusto nell’ultima terzina ho arrancato, ma anche per miei limiti intellettuali! Quanto vorrei saper scrivere come te! Complimenti per questo componimento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...