Barr-Adjam!

Nuova edizione del libro Barr-Adjam, come presentato da Mag4.net. Traduco in breve.
_______________________________

Barr-Adjam, di Alfred Bardey
Memorie del titolare di Rimbaud
Con una introduzione di Joseph Tubiana e una prefazione di Claude Jeancolas
Editore: L’Archange Minotaure
Giugno 2010 ISBN : 978-2-35463-052-2
512 pagine
€.34,50

Questo libro è stato ristampato con foto inedite tratte dell’album di Alfred Bardey (da un ritratto è stato possibile identificare con buona approssimazione Mariam, la donna abissina di Rimbaud), oltre a una lettera di Rimbaud che contiene un testo sconosciuto La gomma di caucciù ad Harar, e due pagine del manoscritto del famoso Rapporto sulla Ogadina, e infine le immagini di una borsello appartenuto a Rimbaud.
Questo insieme unico di reperti è stato esposto nel Museo Rimbaud di Charleville, in occasione dell’apertura della mostra “Aden, all’epoca di Rimbaud“, del 12 giugno 2010.

Estratti dalla prefazione di Claude Jeancolas

Quanto è importante per noi Alfred Bardey? La sua storia sarebbe un’ordinaria esperienza da esploratore e commerciante del XIX secolo, se un giorno la sua strada non avesse incrociato quella di Arthur Rimbaud, uno dei più grandi poeti del mondo moderno. (…) Ma Bardey non sapeva nulla di quest’uomo; egli assunse alle sue dipendenze (…) un uomo esausto, svuotato, disperatamente in cerca di lavoro, che aveva 25 anni come lui. Di certo ha notato nel suo dipendente un persona «originale, lontana dagli europei, un po’ vicino agli indigeni di cui aveva imparato molto rapidamente le varie lingue». Certo, era “un po’ strano”. Ma per aver testimoniato un nuovo aspetto della vita del poeta maledetto (…) Alfred Bardey per noi è la prova vivente di questi anni di silenzio. Potrebbe apparire una gloria meno brillante rispetto alle testimonianze legate al genio da adolescente (…) Ma noi crediamo di no, quella di Bardey è una testimonianza fondamentale. Gli anni Africani sono essenziali per il nostro studio su Rimbaud.
In questa fase della sua vita, è più umano, come noi, con le nostre paure esistenziali, i nostri dolori, le nostre lotte quotidiane; ha incarnato la nostra noia, il nostro male di esistere quando si è perso l’orgoglio di credere nel potere di cambiare la vita (…) Così Barr-Adjam, di Alfred Bardey, è un testo prezioso per chi stima Rimbaud. Dobbiamo a  Joseph Tubiana se possediamo questo testo: lo aveva scoperto trent’anni fa e lo aveva pubblicato. Questa nuova edizione, arricchita da l’album fotografico personale di Bardey, la rende accessibile a un pubblico più ampio.

Traduzione S. Èffrena

Annunci

Tag: , ,

2 Risposte to “Barr-Adjam!”

  1. Barr-Adjam, souvenirs du patron de Rimbaud | Poesie e prose di S. Èffrena © Says:

    […] già ho scritto in questo precedente articolo, Barr-Adjam è un’opera che racchiude l’esperienza di vita di […]

  2. Un lutto e una perla | Poesie e prose di S. Èffrena © Says:

    […] les souvenirs de Alfred Bardey, le patron de Rimbaud à Aden et à Harar, di cui ho parlato qui e qui su questo mio […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...