Titaniche mura

Fantasmi fluttuanti. Lontano.
Immagini cangianti. Innanzi.
Mentre la forza di un vento soprano
Evoca riti di preti scalzi.
 
Mura rosse, sopra un pantano,
S’innalzano: Languidi sbalzi;
E lì, un lago profondo di metano,
S’affoga intorno a infiniti rialzi.
 
Nessuna indicazione, vaghe coordinate,
Solo ritmi di suoni incostanti
Tra mura riarse, ove ubicate.
 
I forti titanici, un dì terrificanti,
Son vago ricordo di menti invecchiate.
Macchiate, rosse, tremolanti.
 
_________________________
 
S. Effrena, Charleville 19.04.2012
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...