Ad una illustrazione.

Stavan due palme, ‘l mare, ‘l basso sole
Su ‘l riquadro amato dai pensierî…
E fuggon, svelte, le ratte parole,
Fuggon dal descriver i desiderii.

Quando la penso, rapido un tremore
Pervade de le membra i sentierî,
E in lotta, con il buio tristore,
Sto, incessante, per attimi intieri.

Spiaggia dal bel tramonto!
Spiaggia dalla arsa sabbia!
Su la calda rena io impronto

Un nome che tutto irraggia!
E mi sento, or, sì pronto
Ad affrontar ‘l mondo che cangia.
____________________

Stelio, 13.09.1995, Mercoledì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...